Ritorna Twin Peaks con l’attesa nona puntata

Dopo la pausa di una settimana, ieri Twin Peaks è stato regolarmente in onda con la attesa nona puntata. In America la puntata è stata trasmessa domenica 9 luglio, ma abbiamo preferito aspettare quella in italiano.
Dopo lo shock dell’ottavo episodio la serie torna a canoni narrativi più consueti per questa stagione, disponendo altri tasselli nella complicatissima trama.
Se l’ultimo episodio era pieno di simbolismi, il nuovo riprende a seguire le vicende dei personaggi che abitano la serie. Ritroviamo Evil Cooper, il doppio malvagio dell’agente Dale, vivo e ricoperto di sangue che si avvicina a una fattoria dove incontra due nuove star: Tim Roth e Jennifer Jason Leigh. Si fa dare dai due un telefono con cui manda un messaggio a un numero sconosciuto che dice: intorno alla tavola la conversazione è vivace. Quindi chiama Duncan Todd per chiedere se è stato completato qualcosa chiedendo che venga completato al più presto.
Gordon, Tammy, Alber e Diane sono in aereo di ritorno a Philadelpia quando Gordon riceve una chiamata dal colonnello Davis che lo informa del corpo a Buckhorn in Dakota del Sud. L’aereo viene fatto deviare verso il sud Dakota.
Arrivati alla Morgue, Tammy, Gordon e Albert vanno a controllare il cadavere del maggiore Briggs lasciando Diano in sala d’aspetto. Diano controllando il cellulare trova il messaggio di Evil Cooper. Non ci viene spiegato il rapporto tra i due, si possono fare solo illazioni.
Il corpo pare quello di Briggs ma non corrisponde l’età che sembra esseri fermata a 25 anni fa. Gordon e Albert decidono di intervistare l’unico indiziato, William Hasting che racconta loro di gestire un blog insieme a Ruth, la deceduta biblotecaria, che parla di dimensioni alternative. Hasting sostiene di aver conosciuto Briggs proprio in una di queste realtà e che dopo aver chiesto delle coordinate ha cominciato a galleggiare in aria e ha perso la testa.
A las Vegas intanto Dougie (Il doppio buono), Jane e il suo capo sono al dipartimento di polizia per essere interrogati. I fratelli Fusco che conducono l’indagine, scoprono che prima del 1997 non ci sono notizie su Dougie. Dougie, seduto nel corridoio, fissa la bandiera americana da cui distoglie lo sguardo per seguire i tacchi rossi di una donna che attraversa la stanza.
Nel frattempo i 3 agenti ricevono una dritta su ike the Spike, il nano omicidia, e lo arrestano.
Quindi si ritorna a Twin Peaks dove lo Sceriffo Truman, il Vice Hawk e Bobby Briggs continuano le indagini sull’agente Cooper. I 3 visitano betty, la madre di Bobby, per farle delle domande sull’incontro tra marito defunto e l’agente Cooper 25 anni prima. La vedova risponde di aspettare questo momento da anni, che Briggs le aveva detto che sarebbe arrivato questo momento dandole istruzioni su cosa fare. Da un vano nascosto in una poltrona rossa tira fuori un tubo di metallo che da ai tre. Betty dice a Bobby che suo padre sapeva che sarebbe cresciuto per essere in quella posizione e c’è un momento di commozione tra i due. Tornati alla stazione cercano di aprire il tubetto metallico ma solo Bobby sa come fare e una volta aperto rivela dei foglietti arrotolati. Questi contengono strane e criptiche istruzioni che parlano direttamente a Bobby

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...