The Killing of a Sacred Deer, un altro colpo della A24

Primo trailer per il thriller psicologico di A24 “The Killing of a Sacred Deer“.
Diretto da Yorgos Lanthimos, vede tra gli interpreti Colin Farrell, Nicole Kidman, Barry Keoghan, Raffey Cassidy, Sunny Suljic, Bill Camp e Alicia Silverstone.
The Killing of a Sacred Deer sarà nelle sale americane il 27 ottobre.
Il film è stato premiato al Festival di Cannes per la migliore sceneggiatura.

Uno stimato chirurgo accoglie un ragazzo sinistro sotto la sua ala protettrice, senza che nessuno ne sappia il motivo. Il suo gesto, che preoccupa la famiglia e i conoscenti, avrà conseguenze disastrose.

killing_of_a_sacred_deer_poster

Annunci

The Caged arriva a Cannes

Arriva a Cannes anche The Malevolent il cui titolo viene cambiato in The Caged. Il film, diretto da Jordan Taratoot, vede la partecipazione di Mischa Barton, Lee Partridge, Clare Durant, Nikolay Todorov, Velizar Binev, Eduardo Maruri, e Carolina Bratanova.
Dopo un grave incidente d’auto in cui ha perso la vita sua moglie, Keith si ritrova su una sedia a rotelle e imprigionato nel suo appartamento al 4° piano. Vedendo crollare la sua fede, Keith è visitato dall’anziano sacerdote consigliere Padre Salvo, dal supervisore della casa di assistenza sanitaria Julia e dal suo migliore amico Carlos.
Keith si sforza di decifrare i suoi sogni, le delusioni e la percezione della morte mentre piange la perdita della moglie e lotta con un grave caso di disturbo da stress post-traumatico

What the Waters Left Behind, il nuovo film dei fratelli Onetti

what-the-waters-left-behind

What the Waters Left Behind, il nuovo film di Luciano e Nicolàs Onetti (Sonno Profondo, Francesca) arriva al Festival di Cannes con la quarta edizione di Window Blood Galas. Il trailer del film è stato presentato in anteprima mondiale il 20 maggio insieme ad una clip di 10 minuti. What the Waters Left Behind ha vinto il First Fantasy Film Competition organizzato da INCAA in Argentina.
E’ stato girato in Epecuén nel mese di novembre 2016 e si trova attualmente in fase di post produzione.
Epecuén è stato uno dei più importanti villaggi turistici dell’Argentina. Migliaia di persone erano attratte dalle proprietà curative delle sue acque termali.
Il 10 novembre 1985, un enorme volume di acqua ha rotto gli argini di protezione e il villaggio è stato sommerso sotto 10 metri di acqua salata facendo sparire Epecuén.
Trent’anni dopo le acque si ritirarono facendo emergere le rovine di Epecuén e un paesaggio desolato e deserto. La popolazione non tornò più.
la trama ruota attorno a un gruppo di giovani che fanno un viaggio alle rovine per girare un documentario su Epecuén. Ignorando gli avvertimeni, e dopo un breve tour, vengono bloccati nel villaggio abbandonato. Contrariamente a quello che pensavano, cominciano rendersi conto che in realtà non sono soli.
I fratelli Onetti lasciano le influenze del Giallo italiano anni ’70 e si gettano nello slasher roadie sulla falsariga di non aprite quella porta e Le colline hanno gli occhi.

Il ritorno di George A. Romero

FRONTIÈRES è un mercato internazionale di co-produzione e una piattaforma di networking incentrato specificatamente sul finanziamento e coproduzione cinematografica tra Europa e Nord America. E’ organizzato dal Fantasia International Film Festival in partnership con il Festival di Cannes.
Dal suo comunicato stampa si legge che in collaborazione con il Festival di Cannes, quest’anno Frontieres ha ampliato la sua programmazione per offrire opportunità a progetti in vari stadi di sviluppo.
Tra i progetti selezionati per partecipare alla sua 9° edizione, vi è quello di George A. Romero.
Secondo Indiewire, Romero non sarà il regista ma solo l’ideatore e lo scrittore del progetto che cercherà i finanziamenti nel corso del Fantasia Frontieres Market nel mese di luglio.
Road of The Dead dovrebbe essere il prossimo film di zombie dopo gli ultimi tre di Romero come regista: Survival of the Dead, Diary of the Dead e Land of the Dead. Il regista dovrebbe essere Matt Birman, regista della seconda unità in tutti e tre i film.
La storia è ambientata su un’isola dove i prigionieri zombie conducono delle auto da corsa in un moderno Colosseo per l’intrattenimento degli uomini ricchi.

Hostile va a Cannes 2017 con un primo poster

Esce il primo poster per Hostile, il film post-apocalittico di Mathieu Turi girato a New York, Parigi e Marocco. Il film sarà presentato al Festival di Cannes la prossima settimana, mentre l’uscita nelle sale è prevista per il 2018.
Nel cast Britanny Ashworth, Gregory Fitoussi e Javier Botet.

Dopo una epidemia mondiale, la maggior parte della popolazione del pianeta viene uccisa. Solo poche migliaia sopravvivono e sono costrette a lottare per trovare cibo e riparo. Ma non sono soli: devono nascondersi da strane creature che vanno a caccia di notte.
Juliette, una giovane donna la cui vita l’ha abituata a gestire le cose da sola, è l’unica nel suo gurppo ad avere il coraggio di andare vicino alle città a cercare cibo. Ma sulla via del ritorno, un pomeriggio, perde il controllo dell’auto che sta guidando.
Si sveglia a testa in giù, bloccata nella sua auto con una gamba rotta, nel bel mezzo del deserto.. ed è notte.

HOSTILE-TeaserPoster