Arriva Inside, remake di À l’intérieur

Ancora horror francese, parliamo di À l’intérieur o Inside (nell’uscita americana), il film francese di Alexandre Bustillo e Julien Maury, che nel 2007 shoccò il pubblico al Festival di Cannes con le sue scene violente ed esplicite. La pellicola, considerata uno dei migliori horror-splatter francesi,  alzava l’asticella della violenza generando una rinascita del filone. Il film mostrava una donna incinta reclusa in una casa isolata alle prese con una donna che si insinuava in casa con l’intenzione di strapparle dal ventre il suo bambino.
Esce in questi giorni in spagna il remake, diretto da Miguel Angel Vivas (Kidnapped) e scritto da Jaume Balaguerò (The Nameless, [Rec]) titolato Inside.
Rachel Nichols sostituisce Alysson Paradis nel ruolo della giovane donna e Laura Harring (Mulholland Drive) incarna la donna psicopatica, ruolo precedentemente detenuto da Beatrice Dalle.
Prodotto dalla società catalana Nostromo e girato in inglese, Interno è stato presentato per una anteprima all’ultimo festival di Sitges

inside-poster

Annunci

Leatherface in arrivo il 14 settembre

Leatherface, il prequel tanto atteso di The Texas Chainsaw Massacre (di Tob Hooper), uscirà in america il 20 ottobre 2017 in un numero limitato di copie, mentre avrà la sua prima internazionale in anteprima in italia, il 14 settembre prossimo.
In Leatherface, Jessica Madsen interpreta uno dei quattro adolescenti evasi da un ospedale psichiatrico iniseme a Sam Coleman, Sam Strike e James Bloor. Nel loro viaggio, rapiscono una giovane infermiera (Vanessa Grasse) e si gettano in un viaggio infernale. Sulle loro tracce lo sceriffo (Stephen Dorff) determinato a vendicarsi. Uno dei ragazzi sarà destinato a vivere eventi tragici e una serie di horrori che distruggeranno la sua mente per sempre, trasformandolo nel mostro noto come Leatherface o Faccia di cuoio.

Il film di Julien Maury e Alexandre Bustillo è stato valutato R negli Stati Uniti, “per la violenza, le immagini disturbanti e per la sessualità esplicita”.

Cold Ground, il nuovo horror francese

Fright House Pictures rilascia un trailer di Cold Ground, l’horror francese che approderà nelle sale nel 2018.
Scritto e diretto da Fabian Delage, il film ci narra di una coppia di giornalisti che si unisce a una spedizione in una foresta immersa nel gelo invernale, dove si verificano strani avvenimenti. Più il gruppo si avventura all’interno e più le cose diventano terrificanti fino a che i membri della spedizione dovranno combattere per la loro vita.
Tra gli attori Doug Rand, Philip Schurer, Gala Besson, Fabrice Pierre e Maura Tillay.

Sinossi

1976: Due giovani giornalisti partono per il confine franco-svizzero per indagare su uno strano caso di mutilazioni di bestiame per la TV francese. Tuttavia, una volta arrivati, la squadra scientifica che dovevano incontrare è manca all’appello.
Accompagnati da un soccorritore, un biologo britannico e un investigatore della polizia americana, Melissa e David andranno alla ricerca del gruppo mancante, nel cuore della montagna

Hostile va a Cannes 2017 con un primo poster

Esce il primo poster per Hostile, il film post-apocalittico di Mathieu Turi girato a New York, Parigi e Marocco. Il film sarà presentato al Festival di Cannes la prossima settimana, mentre l’uscita nelle sale è prevista per il 2018.
Nel cast Britanny Ashworth, Gregory Fitoussi e Javier Botet.

Dopo una epidemia mondiale, la maggior parte della popolazione del pianeta viene uccisa. Solo poche migliaia sopravvivono e sono costrette a lottare per trovare cibo e riparo. Ma non sono soli: devono nascondersi da strane creature che vanno a caccia di notte.
Juliette, una giovane donna la cui vita l’ha abituata a gestire le cose da sola, è l’unica nel suo gurppo ad avere il coraggio di andare vicino alle città a cercare cibo. Ma sulla via del ritorno, un pomeriggio, perde il controllo dell’auto che sta guidando.
Si sveglia a testa in giù, bloccata nella sua auto con una gamba rotta, nel bel mezzo del deserto.. ed è notte.

HOSTILE-TeaserPoster

Nuova clip video per Raw

L’horror francese di Julia Ducournau, che arriverà nelle sale questa primavera, si mostra in una nuova clip video pubblicata da Focus World

Justine viene da una famiglia di veterinari ed è vegana.  Iscrittasi alla facoltà di veterinaria Justine tenta di adattarsi e integrarsi in ogni modo al nuovo ambiente, allontanandosi dai principi della sua famiglia e mangiando carne cruda per la prima volta. Justine dovrà presto affrontare le conseguenze terribili delle sue azioni quando la sua vera personalità comincerà ad emergere.

Raw_poster.jpg

 

RAW – L’horror francese che sfocia nel cannibalismo

Raw è un film Franco/Belga scritto e diretto da Julia Ducornau al suo primo lungometraggio dopo aver vinto nel 2011 il “Petit Rail d’Or” al Festival di Cannes con il corto “Junior”.
La pellicola è nota per via dei malesseri e svenimenti che alcuni spettatori avrebbero avuto alla premiere svoltasi al Festival di Toronto dello scorso settembre.

Il film racconta di Justine, una timida e brillante studentessa che si avvia a iniziare gli studi in una prestigiosa università di veterinaria in cui hanno studiato i suoi genitori e la sorella che si accinge ad iniziare il secondo anno.
Justine avverte la pressione e il suo inizio è complicato dai continui atti di bullismo di cui è vittima per la sua timidezza e le sue abitudini alimentari vegetariane.
Durante un rituale di iniziazione viene costretta a mangiare fegato di coniglio crudo e questo momento cambia il corso della sua vita. Dopo questa esperienza, sentirà il suo corpo svegliarsi e bruciare di desiderio per il sapore della carne umana, fino a diventare una cannibale.

Raw è stato acclamato dalla critica al Festival di Cannes e ha vinto il Premio Fipresci (International Federation of Film Critics).
Rappresenta la crescita di una giovane donna, il mutamento del corpo e il risveglio degli istinti sessuali e Ducornau lo racconta attraverso l’umorismo e  continue invenzioni visive tanto da rendere il film una delle rivelazioni dell’anno.

Arriverà nelle sale francesi a marzo 2017.

 

Therapy – Il cinema francese protagonista allo Screamfest 2016

therapy-posterProdotto da Fabrice Ambrosioni da uno script del figlio Nathan (Hostile), Therapy ruota attorno a due giovani agenti di polizia che conducono un’indagine di routine in seguito alla scoperta di apparecchiature video nascoste in una casa abbandonata e alla discesa nel terrore che segue.
Girato in 25 giorni il film fa uso di una varietà di telecamere, ognuna destinata a un punto di vista diverso: c’è la macchina fotografica di Sebastien, la GoPro di Olivia, il Super 8 del killer e il punto di vista oggettivo degli investigatori della polizia.
Il film è stato presentato allo Screamfest come un “nuovo estremismo francese” dopo A l’interieur (2007) e Martirs (2008) ma il regista ha risposto che la pellicola non costituisce un nuovo capitolo di quel sottogenere, che non scorre tanto sangue in Therapy e che la sua ispirazione viene più da film come Sinister o The Strangers.
Attendiamo con trepidazione..