Polaroid ritarda ancora e MPAA lo classifca PG-13

La gestazione di Polaroid, il film di Lars Klevberg, diventa sempre più complicata. Doveva arrivare sugli schermi il 25 agosto ma poche settimane fa i Weinsteins hanno annunciato che la data di rilascio sarebbe stata rinviata, pare al 1° dicembre 2017.
Oggi l’MPAA (Motion Picture Association of America) ha rilasciato il comunicato con cui assegna un PG-13 al film, per la presenza di scene di violenza e terrore, linguaggio forte, consumo di alcol e droghe.
L’MPAA è l’organizzazione dei produttori cinematografici americani e ha come scopo la promozione degli interessi degli studi cinematografici. I membri sono i 7 principali studi cinematografici americani: Walt Disney, Sony, Metro-Goldwyn-Mayer, Paramount Pictures, Twentieht Century Fox, Universal Studios e Warner Bros.
L’organizzazione produce il noto “film rating system”, che può determinare le sorti di ogni produzione cinematografica. Nella particolare classificazione dei film americani, il PG-13 significa “Vietato ai minori di 13 anni, non accompagnati dai genitori“.
Il film Polaroid è basato su un corto di Klevberg che ha vinto il Los Angeles Horror Short Film Festival e ha attirato l’attenzione di Bob Weinstein, capo della Dimension Film, che ha siglato col regista un accordo per la produzione di un lungometraggio sceneggiato da Blair Butler già sceneggiatore del premiato cortometraggio.
Protagonisti del film Kathryn Prescott, Mitch Pileggi, Grace Zabriskie, Tyler Young, Keenan Tracey, Samantha Logan, Priscilla Quintana, Madelaine Petsch e Javier Botet.

Il solitario liceale Bird Fitcher non ha idea di quali segreti oscuri siano legati alla macchina fotografica d’epoca Polaroid in cui si imbatte, ma non ci vorrà molto tempo per scoprire che coloro la cui immagine viene immortalata andranno incontro a una tragica fine. Sulla base del premiato cortometraggio di Lars Klevberg, la storia mescola elementi di The Ring e Final Destination per creare un film unico e spaventoso

Annunci

Polaroid, la locandina

Dopo aver suscitato molto interesse nei vari festival ed aver vinto come miglior corto e migliore fotografia al Los Angeles Horror Competition Short Film Festival, il corto Polaroid del norvegese Lars Klevberg, diviene film grazie all’interessamento di Dimension Film che ne affida la regia allo stesso autore Lars Klevberg con la sceneggiatura di Blair Butler.
Il film è incentrato su Bird Fitcher, una studentessa solitaria, che trova una vecchia Polaroid camera. Presto la ragazza scopre che la macchina fotografica cela un terribile segreto: chiunque si fa scattare una foto con essa va incontro a una fine terribile. La ragazza e i suoi amici dovranno sopravvivere ancora una notte mentre provano a risolvere il mistero della Polaroid stregata prima che questa li uccida tutti.
Nel cast Kathryn Prescott ( “Alla ricerca di Carter”), Mitch Pileggi ( “X-Files”), Grace Zabriskie ( The Grudge, “Santa Clarita Diet”), Tyler Young ( Eyewitness ), Keenan Tracey ( “Bates Motel”), Samantha Logan ( “The Fosters”), Priscilla Quintana ( Stranded ), Madelaine Petsch ( “Riverdale”), e Javier Botet ( The Conjuring 2, Mama, IT ).

polaroid-poster