AMC svela la key art della seconda parte di stagione di TWD

Non è una notizia nuova, essendo uscita già una settimana fa. Ma dato il poco tempo a disposizione non è stato possibile mostrarla prima: si tratta della nuova key art della seconda parte della ottava stagione di The Walking Dead. Mancano poche settimane al debutto e AMC ha svelato la key art dello show.
Ritrae Rick, Daryl e Michonne armati e pronti per The Last Stand.
Ricordiamo che la ottava stagione di TWD riprenderà domenica 25 febbraio, in italia verosimilmente lunedì 26.

twd-s8b-keyart

Annunci

L’adolescenza raccontata con lo humor nero degli inglesi: The End of the Fucking World

the-end-of-the-fucking-world-pic

Approda su Netflix la serie inglese The End of the Fucking World tratta dal fumetto di Charles Forsman. Diretta da Jonathan Entwistle, racconta di James e Alyssa, due diciassettenni disturbati, uno psicopatico dedito all’uccisione di animali e l’altra una disagiata con una adolescenza travagliata. Alyssa crede di aver trovato in James l’anima gemella e decide di fuggire con lui alla ricerca di una felicità irraggiungibile.
La serie, composta di otto episodi della durata di 25 minuti ciascuno, è interpretata da Alex Lawther  (Black Mirror) e Jessica Barden (The Lobster, Penny Dreadful) i quali danno vita in maniera perfetta alle angosce e alle ansie ormonali tipiche dell’adolescenza. Il caratteristico humor nero inglese evita paternalismi e morali in quella che diventerà una delle serie più interessanti dell’anno

Il ritorno di Jessica

Netflix annuncia che la seconda stagione di Jessica Jones arriverà il prossimo 8 marzo. La serie, ispirata all’omonimo personaggio Marvel, è stata una delle sorprese dello scorso anno e siamo molto contenti di un suo ritorno.
Non si hanno molti dettagli sulla trama e il primo teaser non contribuisce a farlo, speriamo nei prossimi video.

L’investigatrice privata di New York, Jessica Jones (Krysten Ritter) sta iniziando a riprendere in mano la propria vita dopo aver ucciso il suo tormentatore, Kilgrave. Ormai conosciuta in tutta la città come una potente assassina, mentre scava a fondo nel suo passato per scoprirne il motivo, un nuovo caso la spinge a confrontarsi con la sua vera natura.

TWD: duello sospeso

The-Walking-Dead-Season-8-Poster-from-AMC-Press

Con la puntata 8.08 di domenica scorsa, andata in onda lunedì 11 in italia, si conclude la mid-season della show. La puntata, molto controversa, decreta una deviazione importante e inaspettata dalla serie a fumetti. A me non è piaciuta molto, trovo la stagione confusa e senza logica, i personaggi si comportano diversamente da quello che ci si aspetterebbe e i piani architettati sono stupidi e senza senso. Ma la fine dell’episodio lascia un po’ interdetti.. a rivederla subito dopo la fine si comprendono meglio alcune cose che sembravano inspiegabili ma ancora non sono convinto che basti a risollevarla. Non faccio spoiler per quanti ancora non hanno guardato la puntata, solo notiamo che AMC già pensa alla ripresa della stagione, mostrandoci il teaser dell’episodio 8.09 e svelandoci la data del ritorno: domenica 25 febbraio.

The Terror di AMC si mostra in una anteprima

Si torna a parlare anche della nuova serie horror prodotta da AMCThe Terror“: il network ha fissato la data della prima nel lunedì 26 marzo 2018 alle 21:00 e ha pubblicato un’anteprima dello show.
La serie è composta da 10 episodi e vede come produttori esecutivi Ridley Scott, David Kajganich e Soo Hugh.

TERROR_AMC_01
Girato a Budapest, in Ungheria, la serie vede la partecipazione di Jared Harris (“The Crown”, “Mad Men”), Tobias Menzies (“Outlander”), Ciarán Hinds (“Il Trono di Spade”), Paul Ready (“Cuffs”), Adam Nagaitis ( suffragetta ), Nive Nielsen ( Il nuovo mondo ), Ian Hart ( Finding Neverland ) e Trystan Gravelle (“Mr Selfridge”).

TERROR_AMC_03
La serie è ispirata a una storia vera, il pericoloso viaggio della Marina Militare in un territorio inesplorato nel tentativo di scoprire il Passaggio a Nord-Ovest. Di fronte a condizioni infide, risorse limitate, speranza in via di esaurimento e paura dell’ignoto, l’equipaggio è spinto sull’orlo dell’estinzione. Congelato, isolato e bloccato alla fine della terra, The Terror mette in luce tutto ciò che può andare storto quando un gruppo di uomini, nel tentativo di soppravvivere, è in lotta non solo con gli elementi ma anche l’uno contro l’altro.

TERROR_AMC_04

 

Altered Carbon, la grandiosa serie fantascientifica di Netflix è in arrivo

Altered Carbon_01

E’ in arrivo la serie più appariscente di Netflix. Tratta dal romanzo cyberpunk del 2002 di Richard K. Morgan, Altered Carbon è ambientata 300 anni nel futuro, quando la coscienza umana può essere digitalizzata e immagazinata in altri corpi permettendo così di vivere per sempre. La serie segue un ex militare, Takeshi Kovacs (Will Yun Lee) la cui coscienza è stata impiantata nel corpo di un ufficiale di polizia, Elias Ryker (Joel Kinnaman) a cui viene affidata l’indagine sull’omicidio di un milionario, Laurence Bancroft, un caso con una difficoltà speciale: la memoria recuperata del cadavere non include le ultime 48 ore prima della sua morte.
Prodotto da Skydance Television, Altered Carbon è un progetto nato dalla passione di Laeta Kalogridis* che ben 15 anni fa aveva acquisito i diritti sul romanzo con lo scopo di farne un lungometraggio.
Ma gli studios non hanno voluto investire su un materiale che non aveva un noto frachise, raccontava una storia complessa, conteneva materiale per adulti e richiedeva la creazione di tutto un mondo futuristico.
Allora Netflix ha deciso di entrare in partita per la gioia di Kalogridis il quale afferma che nella serie si respirerà un’aria completamente nuova, con un pò di Philip K. Dick, William Gibson e Ridley Scott, oltre a Orson Welles e John Huston.
La prima stagione è composta da 10 episodi e per dirigere il pilot è stato chiamato Miguel Sapochink da Game of Thrones. I costi di produzione non sono noti mentre invece Netflix ha annunciato la data di debutto della serie: il 2 febbraio 2008

*Laeta Kalogridis (30 agosto 1965) è una sceneggiatrice e produttrice cinematografica statunitense di origini greche. È autrice di alcuni film di successo, fra i quali il kolossal/fantasy I guardiani della notte, Alexander di Oliver Stone, Pathfinder di Marcus Nispel, e Shutter Island di Martin Scorsese.

Mindhunter di David Fincher rinnovata

mindhunter

Mindhunter è sicuramente Una delle migliori serie originali Netflix uscite quest’anno. Prodotta da David Fincher e Charlize Theron, vede la partecipazione di Jonathan Groff, Holt McCallany, Anna Torv, Hannah Gross, Cotter Smith.
Netflix ha annunciato che la serie avrà una seconda stagione

Alla fine degli anni ’70, due agenti dell’FBI danno impulso alla criminologia scavando nella psicologia degli assassini e entrando in contatto con mostri troppo reali.

E’ ufficiale: Stranger Things rinnovata

StrangerThings2-240x300E alla fine Netflix ha confermato di aver rinnovato per la terza stagione la serie di grande successo “Stranger Things“.
Lo spettacolo che ha avuto un grandissimo successo in tutto il mondo ha attirato in tre giorni di messa in onda, quasi 16 milioni di spettatori. Ha avuto 18 nomination agli Emmy e 5 premi.
Non è stata resa nota la data in cui verrà rilasciato, si spera nel 2018. Come sempre.. non ci resta che aspettare

Hollywood Reporter intervista Lynch

David Lynch

Twin Peaks rimane uno degli show meno etichettabili di tutta la storia della tv. Se la seconda stagione è stata per lo più un incidente di cammino, sfuggita dalle mani del suo creatore, la terza rispecchia tutta la personalità di David Lynch. L’imprevedibile David ha diretto tutti i 18 episodi del revival di Twin Peaks, realizzando un prodotto inquietante e confuso in cui surrealismo si accompagnava a spettacoli di artisti affermati. In una recente intervista a Hollywood Reporter, Lynch afferma di aver seguito con molta curiosità le reazioni del pubblico durante la messa in onda della serie. L’episodio più traumatico dal punto di vista televisivo è stato senza dubbio l’ottavo, ma Lynch afferma di aver avuto molta libertà da parte dei produttori David Nevins, Gary Levine e Robin Gurney della Showtime i quali sono poi diventati grandi fan della serie.
Sul suo rinnovato rapporto con la tv dice: “Amo una storia continua. Penso che il lungometraggio stia attraversando un momento difficile e quindi è la televisione, soprattutto quella via cavo, la nuova casa dell’arte. E’ bello perchè puoi raccontare una storia continua. La qualità del suono e dell’immagine non è buona come al cinema ma sta migliorando sempre più. E’ un momento di speranza, la televisione va migliorando ed è un mezzo bellissimo per raccontare storie“.
Lynch affronta anche il tema della morte e del passare del tempo che sembra incombere sulla serie ricordando la scomparsa di Catherine E. Coulson, avvenuta 4 giorni dopo aver girato le sue scene, Warren Frost e Miguel Ferrer, che interpretava il collega del vicedirettore Cole, Harry Dean Stanton.
All’ennesima domanda su un possibile ritorno di Twin Peaks in una quarta stagione Lynch rimane vago, “è troppo presto per dirlo ma ho imparato mai dire mai“.

Stranger Things torna in una terza stagione?

Non vi è dubbio che Stranger Things sia la serie del momento. Secondo la ricerca di Parrot Analytics, la seconda stagione di Stranger Things risulterebbe negli USA, al 1° posto tra i programmi in-demand. Secondo Nielsen, nei primi tre gioni, l’episodio 1 della seconda stagione ha fatto una media di 15.8 milioni di spettatori negli Stati Uniti e 11 milioni nella demo. Sempre secondo Nielsen ci sarebbero stati 361.000 iscritti che hanno visto l’intera stagione nelle prime 24 ore dal rilascio.

In occasione del Vulture Festival LA, i fratelli Matt e Ross Duffer hanno preso il palco insieme al produttore Shawn Levy e gli attori Finn Wolfhard, Paul Reiser e Linnea Berthelsen per parlare della seconda fortunata stagione di Stranger Things e per stuzzicare i fan sulla terza stagione.

Dopo aver raccontato aneddoti e curiosità sulla seconda stagione, Ross Duffer, secondo Deadline, avrebbe detto: “Siamo ai primi giorni di lavorazione della terza stagione e stiamo ancora cercando di capire.” Poi guardandosi in giro ha continuato: “Probabilmente non avrei dovuto dirlo.. questo non è ufficiale, ci stiamo solo lavorando per il nostro divertimento.. per divertimento!

Ha fatto capire che ci sarà quindi una terza stagione.
Suo fratello Matt si era già espresso sul problema della crescita dei ragazzini protagonisti della serie: “Non possiamo entrare in azione così velocemente. I nostri bambini stanno crescendo. Possiamo solo scrivere e produrre lo spettacolo così velocemente. Avranno un anno in più quando inizieremo le riprese della terza stagione. Ti costringe a fare un salto temporale, non si può iniziare subito dopo la fine della seconda stagione. Insomma si, faremo un salto temporale.

Non ci resta che aspettare